CHARIOT: un progetto per la sicurezza dell’IoT utilizzando la blockchain

CHARIOT è un progetto Horizon2020 iniziato nel 2018 che conta 11 partner a livello europeo che si sono uniti per studiare e far progredire le ultime scoperte in materia di sicurezza e tutela dell’IoT, fornendo un metodo di progettazione e una piattaforma informatica cognitiva a supporto di un approccio unificato verso la privacy, la sicurezza e la protezione dei sistemi IoT, ponendo i dispositivi e l’hardware alla base del rapporto di fiducia, contribuendo a sua volta all’elevata sicurezza e all’integrità dell’IoT industriale. 

I diversi sistemi dell’Internet degli oggetti sono progettati e implementati in base ai requisiti del dominio IoT, solitamente senza prendere in considerazione le questioni di apertura, scalabilità, interoperabilità e indipendenza dai casi d’uso. Ciò comporta una serie di nuovi potenziali rischi per quanto riguarda la tutela delle informazioni e della privacy, la protezione dei dati e soprattutto la sicurezza.

Di conseguenza, la sicurezza di dati, oggetti, reti, infrastrutture, sistemi e persone nell’internet degli oggetti avrà un ruolo di primo piano nelle attività di ricerca e standardizzazione nei prossimi anni.

Tuttavia, i sistemi fondamentali di ogni genere sono stati tipicamente concepiti prima dell’adozione generalizzata dell’IoT e non sono stati progettati (o riprogettati) per far fronte ai problemi di sicurezza unici che si presentano durante l’integrazione con grandi volumi e varietà di dispositivi e piattaforme IoT. 

Pertanto, vi è un urgente bisogno di piattaforme cognitive dell’internet degli oggetti di prossima generazione che possano consentire la creazione di applicazioni IoT intelligenti con schermatura intelligente e supervisione della privacy, della cyber-sicurezza e delle minacce alla sicurezza, oltre a integrare i sistemi IoT esistenti in modo non intrusivo e, al contempo, contribuire a garantire una solida sicurezza, rendendo i dispositivi e l’hardware la radice della fiducia.

L’obiettivo del progetto CHARIOT

CHARIOT mira a far progredire il settore fornendo un metodo di progettazione e una piattaforma informatica cognitiva a supporto di un approccio unificato verso la privacy, la sicurezza e la protezione (PSS) dei sistemi IoT, ponendo i dispositivi e l’hardware alla base del rapporto di fiducia, contribuendo a sua volta all’elevata sicurezza e all’integrità dell’IoT industriale. 

Questo obiettivo sarà raggiunto sviluppando un’infrastruttura a chiave pubblica per consentire l’accoppiamento di una chiave privata pre-programmata distribuita ai dispositivi IoT con una corrispondente chiave privata sulla blockchain.

In particolare, per ciascuno degli imperativi del PSS è stato creato un approccio altamente innovativo, utilizzando soluzioni per creare un metodo di protezione della privacy e della sicurezza basato su concetti provenienti da tecnologie all’avanguardia della Public Key Infrastructure (PKI), per consentire l’accoppiamento di una chiave privata pre-programmata distribuita su dispositivi IoT con una corrispondente chiave privata sulla blockchain, al fine di affermare e approvare transazioni valide. 

Verrà costruita una blockchain in cui le categorie di cambiamenti fisici, operativi e funzionali dell’internet degli oggetti vengono sia registrate che confermate e approvate attraverso una combinazione di accoppiamento di un motore cognitivo e di un hashing a chiave privata tra il motore cognitivo e i dispositivi IoT per autorizzare modifiche e, allo stesso modo, invalidare qualsiasi altra modifica, malevola o di altro tipo. 

Un tale ledger fornisce un convincente diario e un registro di audit da cui, attraverso l’apprendimento automatico, i modelli passati possono essere utilizzati come base per evidenziare le anomalie e le incongruenze presenti e, a sua volta, arrestare l’esecuzione in situazioni in cui le transazioni e i flussi di lavoro si discostano dai modelli di comportamento stabiliti. 

A ciò si aggiunge un’infrastruttura decentralizzata per il controllo dell’integrità del firmware e della sicurezza operativa, che fa leva su un registro blockchain per migliorare la sicurezza fisica, operativa e funzionale dei sistemi IoT, come l’attivazione, la disattivazione, le transazioni di tutti i tipi, compresi i flussi di lavoro dei processi di business e le relative logiche di business associate. 

Tecnologie blockchain per la salvaguardia dei dati

L tecnologia  blockchain supporta e forniscono registri distribuiti che mantengono i dati immutabili attraverso la sicurezza avanzata dei dati e la crittografia, garantendo che i dati memorizzati non possano essere alterati da eventuali attività e attori (malevoli o meno). 

Gli esempi più popolari di implementazioni di blockchain sono Bitcoin e altre criptovalute, tuttavia, la blockchain ha già trovato la sua strada nelle moderne implementazioni Internet of Things (IoT) e nelle applicazioni industriali, aprendo una nuova strada nel modo in cui i dati vengono gestiti, memorizzati ed elaborati. 

Il carattere vantaggioso e l’offerta di tali tecnologie vengono però evidenziati in applicazioni in cui la fiducia nei dati è di primaria importanza. Ciò è in gran parte estrapolato dal recente aumento dei dispositivi e delle reti IoT che richiedono livelli più elevati di comunicazione di dati e dispositivi.

CHARIOT sfrutta le capacità di questa tecnologia e la applica nel settore IoT attraverso la gestione del ciclo di vita dei dispositivi e delle reti IoT. In questa direzione, la blockchain è applicata per una gestione ininterrotta e proattiva che comprende il riconoscimento dei dispositivi (messa in servizio, gestione, tracciamento, sicurezza e manutenzione dei dispositivi di rete). Si prevede che un tale approccio gestionale aumenti la produttività attraverso un migliore utilizzo delle risorse e riduca i tempi di inattività grazie a una gestione dei dispositivi che supporti il monitoraggio in tempo reale dei sensori e della sicurezza. La reazione agli allarmi che derivano da problemi di sicurezza nella rete è di primaria importanza nelle moderne reti IoT, insieme all’aumento della fiducia nei dati e nelle informazioni nei sistemi di monitoraggio, il che rappresenta un ulteriore punto importante dello scoping di CHARIOT. Questa tecnologia supporta anche il contributo di CHARIOT su componenti di rete affermate end-to-end che offrono una fiducia estesa sui dispositivi reali e sulle informazioni trasmesse.

La soluzione CHARIOT comprende una soluzione di autenticazione di blockchain con tecnologie PKI (Public Key Infrastructure) nei dispositivi di rete (sensori e gateway), la crittografia gestita dalla Blockchain tra tutti gli endpoint della rete IoT (sensori/gateway/FOG), un’applicazione mobile per il provisioning dei sensori nella rete IoT che utilizza il “principio dei quattro occhi” e una gestione dello stato basata su Blockchain per i sensori (dismessi, difettosi, compromessi ecc.).

The post CHARIOT: un progetto per la sicurezza dell’IoT utilizzando la blockchain appeared first on The Cryptonomist.

The Cryptonomist
Questo articolo è proveniente dalla Redazione di The Cryptonomist Magazine Digitale diretto da Amelia Tommasicchio: una delle testate specializzate tra le più seguite nel mondo delle Cryptovalute e della DeFi

CONTATTACI ORA

Contattaci liberamente per avere maggiori informazioni sulle attività dello Swiss Blockchain Consortium, sulle aziende aderenti e sulle modalità di partecipazione come azienda o come Ente ed Istituzione. Ti suggeriamo di fissare un contatto telefonico selezionando uno slot libero a tuo piacimento CLICCANDO QUI