Tokenizzazione Blockchain: come ottenere il massimo

Tokenizzazione è ormai un termine molto usato in ambito blockchain e presto se ne sentirà sempre più parlare.

Città, singole persone, aziende, istituzioni e tanti altri attori sociali potranno presto capitalizzare grosse quantità di denaro a zero spese, ma solo chi sarà più veloce nel capirlo otterrà il maggior profitto.

Prendiamo ad esempio una città come New York City, esplosiva, sovrappopolata e con centinaia di migliaia di servizi a disposizione. Riuscite ad immaginare quali privilegi a costo zero potrebbe mettere a disposizione? 

L’accesso a aree ed edifici comunali chiusi al pubblico, la partecipazione ad eventi con personalità di spicco, priorità sui mezzi di trasporto, accesso a corsie stradali preferenziali, vagoni Vip della metropolitana, posti riservati nei luoghi di spettacolo, visibilità; tutto ciò che vi viene in mente potrebbe andar bene per giustificare l’acquisto a 20.000$ di uno dei 50.000 token NYC che la città metterà in vendita.

Perché comprarli? Perché all’acquirente forniranno una serie di privilegi utili alla sua vita quotidiana e ascesa sociale, oltre che significare un solido investimento. Fintanto che il proprietario del token vivrà a NY potrà sfruttarne i privilegi per poi rivenderlo ad un prezzo potenzialmente maggiore qualche anno più tardi.

La città nel frattempo avrà raccolto a zero spese (o quasi) 1 miliardo di dollari. Vendere e comprare token è facile, veloce e privo di costi collaterali. Richiede solo un account ed un exchange che fra pochi anni tutti utilizzeranno.

La tokenizzazione blockchain in alcuni esempi

Immaginiamo invece una azienda come Yves Saint Laurent, che potrebbe associare al proprio token priorità nell’acquisto, l’accesso a locali ed eventi esclusivi, un tavolo speciale in un ristorante di Marrakech, linee di prodotti riservati, ecc… un token YSL potrebbe significare, oltre il capitale creato, pubblicità, fidelizzazione, interazione e potrebbe essere visto come un canale per la carriera di chi volesse lavorare con la famosa casa di moda, tramite l’accesso alle sfilate, ad esempio. 

Con la vendita dei token si renderà disponibile una nuova tipologia di stake senza che l’azienda o l’istituzione venga compromessa, grazie ovviamente all’uso della blockchain.

Chi non ha mai sognato di fare parte di un gruppo esclusivo o di una azienda prestigiosa? 

Purtroppo comprare azioni della Ferrari ha mille complicazioni e non dà nessun privilegio. La cosa più entusiasmante è che un token può essere associato a qualsiasi cosa, anche una persona. Un domani potremo acquistare,vendere e guadagnare, ad esempio, con token associati a star del cinema o ad influencer.

Immaginate quali possibilità potrebbero essere create se fosse un giocatore di calcio ad usare la tokenizzazione. La parola chiave è però, come sempre, la novità. I primi che avvieranno una efficace vendita di token, con interessanti privilegi ad essi connessi, saranno quelli che ne otterranno il massimo in immagine, pubblicità ed introiti. Sarà invece compito degli acquirenti accaparrarsi per primi i token che diverranno i più ricercati ed il cui valore salirà maggiormente.

Marco Venturi

The post Tokenizzazione Blockchain: come ottenere il massimo appeared first on The Cryptonomist.

The Cryptonomist
Questo articolo è proveniente dalla Redazione di The Cryptonomist Magazine Digitale diretto da Amelia Tommasicchio: una delle testate specializzate tra le più seguite nel mondo delle Cryptovalute e della DeFi

CONTATTACI ORA

Contattaci liberamente per avere maggiori informazioni sulle attività dello Swiss Blockchain Consortium, sulle aziende aderenti e sulle modalità di partecipazione come azienda o come Ente ed Istituzione. Ti suggeriamo di fissare un contatto telefonico selezionando uno slot libero a tuo piacimento CLICCANDO QUI