Il wallet per la blockchain di Zilliqa ora si gestisce con Google

Il famoso client per gestire la blockchain di Zilliqa (ZIL), Zillet, ha annunciato di aver integrato l’accesso al wallet tramite le credenziali di Google.

Questa piattaforma permette diverse opzioni per creare un wallet e ha ben 7 modalità di accesso:

  • Tramite inserimento della chiave privata;
  • Tramite il file Keystore (JSON);
  • Tramite la frase mnemonica da 12 parole;
  • Tramite l’estensione del wallet ZilPay;
  • Tramite l’estensione del wallet Moonlet;
  • Tramite l’hardware wallet di Ledger;
  • Ed infine l’ultimo aggiunto con le credenziali di Google.

Questa integrazione è stata resa possibile grazie al servizio fornito da Torus che permette di gestire l’autenticazione in maniera decentralizzata; possiamo definirlo come una soluzione di gestione delle chiavi in maniera efficiente perché è un vero protocollo “Distributed Key Generation” che permette alle varie applicazioni e dApp di accedere a questo sistema tramite OAuth e quindi sfruttare tutte le credenziali di un account.

Parliamo di un servizio che permette di utilizzare diverse piattaforme social come login, come Google, Facebook, Reddit, Twitch, Discord, Apple, GitHub, LinkedIn, Weibo ed altri, ed è sfruttato da diversi strumenti come Etherscan, Matic, Binance, ENS (Ethereum Name Service), Zilliqa, Ontology ed altri, quindi un sistema già rodato e perfettamente funzionante.

Come funziona il login al wallet usando Google

Una volta scelto di effettuare l’accesso con Google viene mostrata una finestra con la quale collegare l’account. 

Successivamente viene ricordato che le chiavi private non verranno salvate o trasmesse sulla rete.

Una volta collegato l’account Google, verrà collegato ad esso un indirizzo attraverso il quale gestire il wallet, quindi il tutto in comoda praticità e con la possibilità di utilizzare qualsiasi browser.

Questo rappresenta un passo importante per l’espansione di Zilliqa proprio a ridosso del lancio dello staking che partirà la settimana prossima e con il quale gli utenti potranno ottenere un ritorno tra il 10% ed il 5% a seconda della pool. Anche Binance a fine mese dovrebbe aprire la sua pool, ma per il momento si partirà con KuCoin.

Tra l’altro, il prezzo di ZIL sta macinando record, anche se a marzo, durante il crypto crash, era sceso a $0,002 mentre adesso siamo a $0,02 con un aumento quindi del 900%.

The post Il wallet per la blockchain di Zilliqa ora si gestisce con Google appeared first on The Cryptonomist.

The Cryptonomist
Questo articolo è proveniente dalla Redazione di The Cryptonomist Magazine Digitale diretto da Amelia Tommasicchio: una delle testate specializzate tra le più seguite nel mondo delle Cryptovalute e della DeFi

CONTATTACI ORA

Contattaci liberamente per avere maggiori informazioni sulle attività dello Swiss Blockchain Consortium, sulle aziende aderenti e sulle modalità di partecipazione come azienda o come Ente ed Istituzione. Ti suggeriamo di fissare un contatto telefonico selezionando uno slot libero a tuo piacimento CLICCANDO QUI